ATTIVITÁ DIOCESANA
Centro Ecumenico Eugenio IV
Contrà Porta Santa Lucia, 63
36100 Vicenza

Sede operativa:
via della Racchetta, 9/c
36100 Vicenza
Telefono: 0444 234582
Fax: 0444 324096
Codice Fiscale: 95012620241
e-mail: info@centroeugenioiv.org
11 MARZO 2018 - 14° INCONTRO INTERRELIGIOS0
DIO DA' DIGNITA' AL POVERO

scarica il depliant/programma


12 marzo 2018

14° INCONTRO INTERRELIGIOSO

LE RELIGIONI FONTI DI SPERANZA

Teatro San Marco - Vicenza - Contrà San Francesco 76

vedi il messaggio delle religioni vicentine

Se vuoi incontrare i poveri – afferma mons. Vincenzo Paglia – devi andare alle chiese, ai templi, alle sinagoghe e alle moschee. Nella casa di Dio c’è spazio di fraternità; gli uomini si ritrovano uguali, senza titolo di precedenza, legati in un’unica comunità. Nei poveri Dio e uomo si incontrano, perché povertà indica libertà dai beni materiali, dalle cupidige, valorizzazione dell’uomo in sé, non per quanto possiede. La presenza dei poveri però inquieta e per questo viene emarginata. Qualcuno la strumentalizza, pochi la ascoltano come messaggio di salvezza.
Le religioni presenti nel Vicentino vogliono sull’argomento riflettere e ripensare alla loro identità, per testimoniare alla società la dignità di ogni uomo da anteporre a tutte le altre logiche.
Con il convegno dal titolo “Dio dà dignità al povero” vogliono scoprire un criterio di giudizio per definire una civiltà dal volto umano. La presenza al convegno di molti può diventare condivisione significativa di ricerca dei credenti della giustizia e della pace.

Giuseppe Dal Ferro
presidente del Centro Eugenio IV

Agostino Pilati
responsabile del gruppo
“Religioni insieme”


La dignità del povero è la misura del nostro essere società, istituzioni, comunità.
La povertà è un tema che riguarda tutti in un mondo di disuguaglianze crescenti; una ingiustizia sociale che prepotentemente cresce anche in una parte del pianeta, quella in cui viviamo, che sembrava averla relegata in spazi residuali, e dove dieci anni di crisi danno il segno tangibile delle fatiche di molte, troppe persone e famiglie.
Accanto alla povertà economica, grande è la sfida legata alle crescenti povertà educative. Ai minori e a tutte le persone private di possibilità culturali, formative, sociali non è consentito mirare a quella eguaglianza sostanziale contenuta nell’articolo 3 della nostra Costituzione e fondamentale per il “pieno sviluppo della persona umana”.
La sfida è dunque quella di fare in modo che ogni persona venga aiutata a mettere in evidenza, a scoprire, a valorizzare le sue risorse: quelle risorse di talenti, conoscenze, capacità, esperienze di cui ognuno è portatore, anche nei momenti più difficili. Questa è la stella polare che deve segnare sempre il nostro agire, lottando contro stereotipi e pregiudizi, per la dignità di ogni donna e di ogni uomo.

Dott.ssa Isabella Sala
assessore alla Comunità e alle Famiglie
del Comune di Vicenza